Passeggiata clandestina

Passeggiata clandestina

1 Maggio 2020 0 di ilvoltodisegnato

Fuori dalla quarantena, dentro se stessi.

Il mondo dorme
Dorme veramente
Le case se ne stanno ferme
E non parlano
E il vento si guarda bene
Dal muovere il caos
Che spegne la musica.
La natura pasce sorniona
La sua solitudine
E io mi muovo furtivo 
Temendo accuse di libertà:
A mia difesa chiamerò 
Fiori viola, 
Un pezzo di cielo
Che minaccia pioggia
Con grazia e leggerezza,
Due pozzanghere per fare Hoppipolla
Ciuffi più alti e più verdi,
Vigneti ordinati e complici,
Un giorno nato e morto
In uno sguardo all’orizzonte,
Un calabrone senza paura,
Il sole ancora caldo,
L’aria pura
Che asciuga gli occhi.

E una macchina,
Una macchina soltanto.

ilvoltodisegnato