Quello che conta

Quello che conta

14 Novembre 2020 0 di ilvoltodisegnato

Nel sereno variabile
Dei miei primi 40 anni
Da vivo
Vedo nitide due cose:
Quello che ho lasciato
Per terra
E quello che ho
Nello zaino.
Per terra:
Sangue dolce
E lacrime amare
Un sacco di rifiuti
Dati e ricevuti
Le mie impronte
E le scarpe consumate
Un casco slacciato
E un destino spezzato
Un mazzo di 2 di picche
Con in mezzo qualche jolly 
E delle briciole di pane
Che mi piace sempre
Ricordarmi da dove arrivo.
Nello zaino:
Un pezzo di pane
Un taccuino,
Una penna
E qualche foglio accartocciato
La mia identità
Un portafortuna fragile e
Delle solide certezze salvate
In un lettore musicale
Il numero di mia madre
Scritto nel retro
Di una foto di famiglia
2664 foto nel cellulare
E una mascherina
Anche se non è carnevale.
Quello che mi manca
È il futuro
Ma non lo spazio nello zaino.
Quello che conta
È quello che aspetta.
Quello che mi tiene per mano
È il presente
Unto di crema
E sull’anulare una promessa
Che non ha tempo.

ilvoltodisegnato